Informazioni generali


La struttura portante delle attività di ricerca e di didattica del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere è costituita dalle discipline letterarie, linguistiche, filologiche e delle lingue straniere (arabo, cinese, francese, giapponese, inglese, russo, spagnolo, tedesco). Ad esse si affiancano le aree di Italianistica, Storia e Geografia, oltre ad altre discipline indispensabili alla caratterizzazione dei quattro curricula attivi: tra queste, l’Arte, l’Economia, l’Antropologia e la Sociologia. La presenza delle varie discipline garantisce una formazione articolata in diversi livelli di specializzazione e affianca alla solidità linguistica e culturale le competenze necessarie per rispondere alle mutate esigenze del tessuto sociale, produttivo ed economico in cui i nostri laureati andranno ad operare. 

Oltre a un corso di Laurea triennale in Lingue e letterature straniere (LLSM), il Dipartimento offre tre corsi di Laurea Magistrale: in “Lingue e Letterature Europee e Panamericane” (LLEP), in “Lingue Moderne per la Comunicazione e Cooperazione Internazionale” (LMCCI), e la laurea internazionalizzata in “Planning and Management of Tourism Systems” (PMTS). Tutti i corsi di Laurea Magistrale sono dotati di diploma di Doppio titolo in convenzione con Atenei stranieri (Università di Bochum, D; Farleigh Dickinson University, USA; Université Lumière Lyon 2, F). 

L’offerta formativa del Dipartimento riguarda anche il terzo livello della formazione con riferimento ai Dottorati di ricerca in “Studi umanistici transculturali”, “Scienze linguistiche” e “Formazione della persona e mercato del lavoro” ai quali afferiscono e collaborano numerosi docenti del nostro Dipartimento. I tre dottorati si avvalgono di collaborazioni internazionali con percorsi dottorali in co-tutela con Atenei stranieri. L'occasione di scambio per docenti e dottorandi è stata rafforzata in questi anni dalla partecipazione alle attività del PhD Network "Literature and Cultural Studies", collegato con le Università di Giessen, Stoccolma, Helsinki e Lisbona. 

Tutti gli ambiti di ricerca scientifica e tutti i percorsi didattici del Dipartimento si ispirano ai principi di interdisciplinarità e di internazionalizzazione, assi portanti che hanno consentito lo sviluppo di un’offerta formativa ricca, articolata e attrattiva, e hanno moltiplicato l’efficacia di una ricerca che oggi si presenta in forte dialogo con i contesti internazionali e capace di intercettare progettualità espresse sia in ambito strettamente accademico che negli ambiti correlati al mondo delle aziende e delle istituzioni del territorio.

Questa confi­gurazione ha mostrato anche un’elevata, e confermata dai risultati, capacità del Dipartimento di esprimere eccellenza ai vari livelli della Ricerca, con ottimi risultati di VQR sia a scala disciplinare che complessiva. Ne è prova il riconoscimento di Dipartimento di Eccellenza conferito nel 2017 dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, che vedrà il Dipartimento particolarmente impegnato in attività relative agli ambiti della traduzione e delle digital humanities.