Public Engagement

Le attività di Public Engagement ideate, organizzate, realizzate e promosse dal Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere consistono in iniziative che mettono in dialogo il sapere dei nostri docenti con i territori e le comunità di cui noi e la nostra Università facciamo parte:

  • pubblicazioni divulgative ed eventi su temi quali le differenze e varietà linguistiche, la mobilità umana, il sapere letterario, l'educazione civica, i fenomeni di rilevanza sociale
  • partecipazione a trasmissioni radiotelevisive a livello locale, nazionale o internazionale
  • partecipazione a incontri pubblici organizzati da altri soggetti (biblioteche, archivi, musei, associazioni)
  • organizzazione di cicli di incontri culturali a carattere divulgativo (conferenze, presentazione di pubblicazioni, cicli di letture)
  • organizzazione di concerti, mostre, esposizioni e altri eventi di interesse pubblico
  • iniziative in collaborazione con enti locali e nazionali finalizzati allo sviluppo urbano o alla conoscenza e alla valorizzazione del territorio
Attività in corso
aprile 2024 | Bergamo Next Level: Leggere il presente, costruire il futuro
BNL 2024

Si svolge, dal 15 al 22 aprile 2024, Bergamo Next Level – Leggere il presente, costruire il futuro, una settimana di appuntamenti per sviluppare un confronto entro e oltre i confini della bergamasca insieme ai suoi protagonisti – enti, istituzioni, imprese, associazioni e cittadini –, con il coordinamento dell’Università degli studi di Bergamo e di Pro Universitate Bergomensi  ideatori ed organizzatori della manifestazione –, con il patrocinio del Ministero dell’Università e della Ricerca, di Regione Lombardia, del Comune di Bergamo, della Provincia di Bergamo, della Camera di Commercio di Bergamo e in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale.

Un’occasione in cui il sapere si apre al territorio: Bergamo Next Level è l’iniziativa principale di Terza missione dell’Università e racconta con un approccio interdisciplinare le ricerche e gli studi in corso sul futuro di città e provincia coinvolgendo gli attori istituzionali, culturali ed economici locali ma non solo. Un confronto aperto sul passo in avanti da compiere, il next level da costruire insieme, in una prospettiva che dal dibattito sullo sviluppo di Bergamo vuole spingersi ben oltre.

I docenti del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere partecipano al programma con questi eventi:

Lunedì 15 aprile, ore 17, Sede di Sant'Agostino | La nostra memoria: testimonianze e voci da archivi e territori

Mercoledì 17 aprile, ore 15 | Eredità, prospettive, sfide dopo l'anno di “Capitale della Cultura”: esperienze a confronto

Sabato 20 aprile, ore 15, Auditorium di Piazza della Libertà | Insieme per le montagne: istituzioni, comunità e giovani a confronto

aprile 2024| Intelligenza Artificiale: Cronache dal futuro
AI_Cronache dal futuro_Locandina

23 aprile 2024, ore 18-19:30 

Casa del Giovane, Sala degli Angeli - Via Mauro Gavazzeni, 13 - Bergamo

Intervengono Colin Porlezza (Università della Svizzera Italiana, Facoltà di Comunicazione, Cultura e Società) e Marco Sangalli (L’Eco di Bergamo)

Modera Mario Verdicchio (Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere)

Organizzazione prof. Paolo Barcella, paolo.barcella@unibg.itprof. Mario Verdicchio, mario.verdicchio@unibg.it

Clicca qui per visualizzare la locandina

 

febbraio-maggio 2024 | Letture di classici: VI edizione
LdC_programma

La sesta edizione della Rassegna "Letture di classici" si svolgerà fra febbraio e maggio 2024, attraverso otto incontri tenuti da docenti del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere presso un'ampia rete di biblioteche, librerie, scuole e fondazioni del territorio.

Clicca qui per scaricare il programma completo degli eventi

 

 

21 febbraio 2024, ore 14:30-16

ISIS Oscar Romero - Albino

Filologia italiana | Thomas Persico legge DANTE ALIGHIERI, Voi che ’ntendendo il terzo ciel movete (Rime, LXXXIX)

 

28 febbraio 2024, ore 14:30-16

ISIS Oscar Romero - Albino

Letteratura inglese | Fabio Cleto legge IAN FLEMING, Casino Royale

 

20 marzo 2024, ore 17:30-19

Fondazione Serughetti La Porta - Bergamo

Storia contemporanea | Jacopo Perazzoli e Mauro Magistrati leggono EMILIO LUSSU, La marcia su Roma e dintorni

 

27 marzo 2024, ore 18-19:30

Libreria Palomar - Bergamo

Letteratura tedesca | Alessandra M. Goggio legge ALFRED DÖBLIN, Berlin Alexanderplatz

 

10 aprile 2024, ore 20:45-22.15

Biblioteca Comunale – Torre Boldone (BG)

Storia contemporanea | Paolo Barcella e Lia Corna leggono ALEXANDRA KOLLONTAI, Largo all’eros alato!

 

16 aprile 2024, ore 17-18:30

Libreria Incrocio Quarenghi - Bergamo

Letteratura araba | Martina Censi legge GHASSAN KANAFANI, Uomini sotto il sole

 

8 maggio 2024, ore 20:45-22:15

Palazzo Visconti - Brignano Gera d’Adda

Sociologia | Maria F. Murru legge GEORG SIMMEL, La socievolezza. Esempio di sociologia pura o formale

 

16 maggio 2024, ore 17:30-19

Biblioteca Civica Tiraboschi - Bergamo

Letteratura ispano-americana | Erminio Corti legge JOSÉ HERNÁNDEZ, Martín Fierro

marzo 2024 | Ciclo di eventi "Donne e arte in Giappone" | Giornata internazionale della donna 2024
Donne e arte in Giappone

Un ciclo di incontri, in occasione della Giornata internazionale della donna, dedicati al tema dell'arte e del femminile in Giappone.

7 marzo 2024, ore 17:30
Monastero del Carmine, Teatro Tascabile di Bergamo – Sala del Capitolo, Via Bartolomeo Colleoni, 21
Sadayakko: la Duse del Giappone
Dialogano Carmen Covito (scrittrice, ricercatrice indipendente, presidente AsiaTeatro) e Virginia Sica (Università degli studi di Milano)

12 marzo 2024, ore 17:30
Libreria Incrocio Quarenghi, Via Giacomo Quarenghi, 32
Scrittrici di/al confine – Hayashi Fumiko e Tawada Yōko
Dialogano Francesco Eugenio Barbieri (Università degli studi di Bergamo) e Marco Taddei (Università degli studi di Bergamo)

14 marzo 2024, ore 17:30
Libreria Incrocio Quarenghi, Via Giacomo Quarenghi, 32
L’identità infinita di Kusama Yayoi
Dialogano Cristian Pallone (Università degli studi di Bergamo) e Sofia Rossatelli (Università degli studi di Milano)

ottobre 2023-gennaio 2024 | Ciclo di incontri con mostra fotografica "Il lavoro in una valle, tra memoria e futuro"
Il lavoro in una valle tra memoria e futuro_Locandina e programma

Due incontri per una rassegna di Public Engagement dedicata al tema del "Lavoro in una valle, tra memoria e futuro", organizzata dal Dipartimento di Lingue in collaborazione con Sistema Bibliotecario Valle Seriana. 

Programma

Incontro | Memorie del lavoro e della Valle Seriana

20 ottobre 2023, ore 20:45

Convento della Ripa, via Ripa 12, Albino (BG)

Incontro | I giovani e il futuro del lavoro in Valle Seriana

26 gennaio 2024, ore 20:45

Salone della Valle, piazza Vittorio Veneto 7, Gandino (BG)

Scarica la locandina e il programma della rassegna

A corredo degli incontri la mostra itinerante “La valle che lavora”, a cura di Federico Buscarino, visitabile in questa biblioteche:

Albino | 13 - 26 ottobre 2023
Villa di Serio | 26 ottobre - 9 novembre 2023
Ranica | 9 novembre - 23 novembre 2023
Pradalunga | 23 novembre - 7 dicembre 2023
Rovetta e Clusone | 7 dicembre - 21 dicembre 2023
Cene | 21 dicembre - 8 gennaio 2024
Gandino | 9 gennaio - 26 gennaio 2024

L'iniziativa è inoltre realizzata in collaborazione con Associazione Diaforà, Produzioni Ininterrotte, Rete Bibliotecaria Bergamasca, Comune di Albino, Comune di Cene, Comune di Clusone, Comune di Gandino, Comune di Pradalunga, Comune di Ranica, Comune di Rovetta, Comune di Villa di Serio

ottobre-dicembre 2023 | Rassegna | Critica-mente: Conversazioni sulle sfide dell’oggi
Critica-mente

Quando il presente si fa critico, uno sguardo critico sul presente si rende necessario. L’iniziativa propone un ciclo di incontri volti a promuovere momenti di riflessione pubblica su una serie di questioni rilevanti dell’attualità, a partire da un testo e dal dialogo tra una voce esperta e una realtà locale attente al tema.

Organizzazione:
dott. Giuseppe Previtali, giuseppe.previtali@unibg.it
dott. Stefano Rozzoni, stefano.rozzoni@unibg.it

Progetto finanziato nell’ambito del bando di Ateneo per iniziative di Public Engagement 2023

 

Scarica la locandina e il programma generale

PROGRAMMA

Processi locali, migrazioni globali
Sala Civica “Mimmo Boninelli”, via Orobie 1, Mozzo
Giovedì 26 ottobre 2023, ore18.00 - 19.30

Corpi che danzano, queer e orientalismo
Biblioteca Civica “Antonio Tiraboschi”, Via San Bernardino 74, Bergamo
Giovedì 2 novembre 2023, ore 18.00 - 19.30

Paesaggi, relazioni, ecologie
Biblioteca “Giacinto Gambirasio”, Via Italia 58, Seriate
Giovedì 16 novembre 2023, ore 18.30 - 20.00

Globalizzazione e processi geopolitici
Biblioteca, Via Roma 140, Trescore Balneario
Giovedì 30 novembre 2023, ore 18.00 - 19.30

Economia, cura e sostenibilità
Sala consiliare c/o Palazzo Comunale, via Giuseppe Mazzini 69, Alzano Lombardo
Giovedì 7 dicembre 2023, ore 18.00 - 19.30

Intelligenza artificiale, creatività, cultura digitale
Spazio Hub, Piazza Garibaldi, Treviglio
Giovedì 14 dicembre 2023, ore 18.00 - 19.30

ottobre-novembre 2023 | Rotary Festival della Cultura (VI edizione) | Storie del vivere
Rotary Festival della Cultura_VI edizione_Locandina

La vita è una sequenza di storie: poco altro, tutto sommato. Le storie che ascoltiamo da bambini, quelle che ci si racconta crescendo, quelle attraverso cui diamo forma all’esperienza quando invecchiamo. Storie che si collegano alle origini e ai fini dell’esistere, che nell’oscillazione fra inizio e fine trovano il proprio senso, e che costituiscono forse la più fondamentale fra le caratteristiche dell’umano. Le storie non sono atti individuali: sono sempre dialogiche, non distinguono realmente fra chi ascolta e chi parla. La storia nasce necessariamente nella relazione. Nell’incontro fra individualità e prospettive differenti, affiancate e intrecciate.

La VI edizione del Rotary Festival della Cultura intende presentare quattro sguardi tanto acuti quanto diversi e distinti sulle storie, sulle loro origini e fini. Lo farà necessariamente, per parlare di storie del vivere, cambiando la sua tradizionale struttura per abbracciare la forma del dialogo: la storica in dialogo con la narratrice, a confrontare l’ordine delle fonti con quello dell’invenzione; il sociologo in dialogo con il teologo, per riflettere sul senso (primario e ultimo) della nostra storia.

Il Festival è organizzato dal Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere dell'Università degli studi di Bergamo e da Rotary Club Romano di Lombardia, con il contributo di Comune di Romano di Lombardia e la collaborazione di Fondazione Opere Pie Riunite G.B. Rubini

Direttore scientifico: prof. Fabio Cleto

Progetto finanziato nell’ambito del bando di Ateneo per iniziative di Public Engagement 2023

Clicca qui per scaricare la locandina del Festival

 

PROGRAMMA

Venerdì 27 ottobre 2023, ore 21

Teatro delle Opere Pie Rubini, Romano di Lombardia (BG)

ORIGINI | Roberta Frigeni, Le storie della storia e Giusi Quarenghi, Narrazione e mito

 

Venerdì 17 novembre 2023, ore 21

Teatro delle Opere Pie Rubini, Romano di Lombardia (BG)

FINI | Enrico Finzi, Obiettivi, senso e la realizzazione del sé e Giuliano Zanchi, Il senso e l'oltre

 

Clicca qui per scaricare la brochure completa

maggio 2023 | Bergamo Next Level: Costruire futuri connessi
Bergamo Next Level_Locandina

Il principale evento di Public Engagement dell’Università degli studi di Bergamo, promosso insieme a Pro Universitate Bergomensi. Un confronto aperto sul passo in avanti da compiere, in una prospettiva che dal dibattito sullo sviluppo di Bergamo vuole spingersi ben oltre. Con un approccio glocal, che pone cioè l’evoluzione del contesto territoriale in continua interazione con le dinamiche internazionali. 

Bergamo Next Level 2023 fa parte del programma di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023. Tutti gli eventi sono gratuiti e si svolgeranno in presenza, con prenotazione consigliata dal sito bergamonextlevel.it, dove è disponibile il programma completo della manifestazione.

I docenti del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere contribuiscono a una serie di eventi all'interno della manifestazione:

  • Sabato 6 maggio, ore 9:45-11:45

Workshop a porte chiuse | Le lingue come ponti di pace: pratiche di intercomprensione

  • Sabato 6 maggio, ore 16-17:30, Fondazione Serughetti La Porta, Bergamo 

Incontro | Culture e culture politiche dell’emigrazione italiana

  • Lunedì 8 maggio, ore 9:30-12:30, Aula Castoldi, sede di Sant'Agostino

Lezione aperta | Turismo integrato nel divario urbano/rurale

  • Lunedì 8 maggio, ore 11-12:30, Sala Galeotti, sede di Via dei Caniana

Incontro | I conflitti delle memorie: la scrittura della storia nella Russia di Putin

  • Lunedì 8 maggio, ore 15-17, Aula Castoldi, sede di Sant'Agostino

Lezione aperta | Sviluppo e migrazioni tra frontiere, conflitti e ricomposizioni culturali

  • Martedì 9 maggio, ore 16-19, Auditorium ANCE, Bergamo

Lezione aperta | Il mosaico del riusco nelle città

  • Martedì 9 maggio, ore 16:30-19

Workshop a porte chiuse | Università come motore di sviluppo urbano: le nuove funzioni della didattica

  • Mercoledì 10 maggio, ore 15-17, Aula 3 sede di Via Pignolo

Lezione aperta | Identità, cultura dell’orgoglio e violenza giovanile

  • Giovedì 11 maggio, ore 18-21, Spazio Associazione Ink Club, Bergamo

Conferenza spettacolo | La migrazione non è un pranzo di gala

aprile-giugno 2023 | Ciclo di incontri "New working class: Il lavoro di ieri, le sfide di oggi"
New Working Class

Ciclo di incontri "New working class: Il lavoro di ieri, le sfide di oggi"

Fra aprile e giugno 2023, un percorso di incontri per giovani, fra incontri di approfondimento, musica e momenti conviviali, per indagare il tema del lavoro, con un focus particolare sul settore giovanile in rapporto alla dimensione occupazionale e professionale.

Fra i temi affrontati nel percorso, lo sviluppo economico italiano dagli anni Sessanta ad oggi, la questione del dialogo intergenerazionale in merito alla sostenibilità del sistema pensionistico, la condizione di precarietà e flessibilità del mercato del lavoro odierno, gli orientamenti formativi e professionali degli under 35.

Al centro della scelta di approfondire un tema di tale spessore è il desiderio di creare uno spazio di dialogo e confronto tra esperti del settore (accademici, imprenditori, sindacati, esponenti di associazioni del terzo settore) e giovani del territorio, al fine di agevolare uno scambio proficuo e costruttivo attorno ai temi che verranno affrontati nel corso degli incontri.

Coordinatore: prof. Paolo Barcellapaolo.barcella@unibg.it

Progetto finanziato nell’ambito del bando di Ateneo per iniziative di Public Engagement 2023

Clicca qui per scaricare la locandina e il programma generale

In collaborazione con:

Scuola WeCare, Acli Bergamo, Ufficio pastorale sociale e del lavoro di Bergamo, Fondazione Serughetti-La Porta (Bergamo), Biblioteca civica R.L. Montalcini (Dalmine), CRP Pignolo (Bergamo), Circolo Edoné (Bergamo), Circolo Base (Palazzolo sull'Oglio)

 

PROGRAMMA

Martedì 18 aprile 2023, ore 16-18

Aula 5, sede di Sant'Agostino

Conferenza | La storia economica italiana dagli anni Sessanta ad oggi

 

Venerdì 28 aprile 2023, ore 18:30-22

Biblioteca Civica “Rita Levi Montalcini”, Dalmine

Tavola rotonda | Azienda e sindacato: dialogo e obiettivi

a seguire, apericena e concerto

 

Venerdì 19 maggio, ore 21-23

CRP - Club Ricreativo Pignolo, Bergamo

Workshop | Ma io lavoro? I giovani e il mondo del lavoro oggi

a seguire, djset

 

Mercoledì 24 maggio 2023, ore 18:30-22

Circolo Edoné, Bergamo

Dibattito | Giovani e nuove identità lavorative: sfide e opportunità

a seguire, apericena e concerto

 

Giovedì 22 giugno 2023, ore 18:30-22

Base, Palazzolo sull'Oglio

Dibattito | Lavoro e diritti: cambiamenti e prospettive

a seguire, apericena e concerto

marzo-aprile 2023 | Rotary Festival della Cultura (V edizione) | I modi del vivere
Festival Rotary della Cultura_V edizione_I modi del vivere

La V edizione del Rotary Festival della Cultura ha per protagonista l’Università degli studi di Bergamo, impegnata a manifestare il suo ruolo formativo, di ricerca e largamente culturale, proiettata in una dimensione al tempo stesso internazionale e radicata nel territorio. A riconoscersi quale luogo in cui, come recita il suo headline, si impara, si cresce, si vive.

Da questa intesa nasce un programma che consolida la riflessione delle edizioni precedenti sui modi del vivere, sulle categorie che plasmano il nostro essere al mondo. A guidarci, l’incontro con quattro docenti dell’Università degli studi di Bergamo, interpreti ideali della complessità contemporanea e voci in cui si condensano il senso e la forma dell’esperienza. Più che semplice sequenza, più che un’ordinata e prevedibile successione, una mappa portatile di azioni che assecondano il tempo e il ritmo del nostro vivere.

Direttore scientifico: prof. Fabio Cleto, fabio.cleto@unibg.it

Il Festival è organizzato dal Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere dell'Università degli studi di Bergamo e da Rotary Club Romano di Lombardia, con il contributo di Comune di Romano di Lombardia e la collaborazione di Fondazione Opere Pie Riunite G.B. Rubini

Progetto finanziato nell’ambito del bando di Ateneo per iniziative di Public Engagement 2023

Clicca qui per scaricare la locandina del Festival

 

PROGRAMMA

Venerdì 17 marzo 2023, ore 20:30-22.30

Teatro delle Opere Pie Rubini, Romano di Lombardia (BG)

Adolfo Scotto di Luzio | IMPARARE

 

Venerdì 31 marzo 2023, ore 20:30-22.30

Teatro delle Opere Pie Rubini, Romano di Lombardia (BG)

Roberta Garibaldi | VIAGGIARE

 

Venerdì 14 aprile 2023, ore 20.20-22.30

Teatro delle Opere Pie Rubini, Romano di Lombardia (BG)

Corrado Del Bò | GIOCARE

 

Venerdì 28 aprile 2023, ore 20:30-22.30

Teatro delle Opere Pie Rubini, Romano di Lombardia (BG)

Marco Belpoliti | GUARDARE

 

Clicca qui per scaricare il dépliant con il programma dettagliato di tutti gli incontri

 

febbraio-maggio 2023 | Letture di classici: V edizione
Letture di classici_V_Locandina e programma

La quinta edizione della Rassegna "Letture di classici" si svolgerà fra febbraio e maggio 2023, attraverso dodici incontri tenuti da docenti del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere. 

Alcuni degli incontri, tenuti in presenza in un'ampia rete di biblioteche, librerie, scuole e fondazioni del territorio bergamasco, si potranno seguire anche a distanza.

 

Clicca qui per scaricare il programma degli eventi, con tutte le informazioni e i link per la partecipazione in remoto

 

 

 

 

22 febbraio 2023, ore 17:30-19:00

Fondazione Serughetti La Porta - Bergamo

Storia contemporanea | Jacopo Perazzoli legge Emilio Lussu, "Un anno sull'altipiano"

 

27 febbraio 2023, ore 17:30-19:00

Biblioteca Civica “G. Gambirasio” - Seriate (BG)

Letteratura spagnola | Marina Bianchi legge Vicente Aleixandre, "Trionfo dell’amore"

 

1 marzo 2023, ore 20:45-22:15

Fondazione Serughetti La Porta - Bergamo

Storia contemporanea | Giovanni Scirocco legge Norberto Bobbio, "Il problema della guerra e le vie della pace"

 

15 marzo 2023, ore 17:00-18:30

Libreria IncrocioQuarenghi - Bergamo

Letteratura cinese | Martina Caschera legge Zhuangzi

 

30 marzo 2023, ore 17:00-18:30

Libreria Palomar - Bergamo

Letteratura italiana | Pierantonio Frare legge Alessandro Manzoni, "I promessi sposi"

 

18 aprile 2023, ore 20:30-22:00

Biblioteca “Rita Levi Montalcini” - Dalmine (BG)

Letteratura araba | Martina Censi legge Sa d Allàh Wannùs, "Rituali di segni e metamorfosi"

 

20 aprile 2023, ore 17:00-18:30

Libreria Palomar - Bergamo

Filologia romanza | Davide Checchi legge la "Chanson de Roland"

 

27 aprile 2023, ore 17:30-19:00

Biblioteca Tiraboschi - Bergamo

Filologia germanica | Gabriele Cocco legge "Beowulf"

 

2 maggio 2023, ore 17:00-18:30

Libreria IncrocioQuarenghi - Bergamo

Letteratura giapponese | Marco Taddei legge Natsume Sōseki, "Il signorino"

 

8 maggio 2023, ore14:30-16:00

Liceo Falcone - Bergamo

Letteratura francese | Michela Gardini legge Georges Bernanos, "Diario di un curato di campagna"

 

12 maggio 2023, ore 17:00-18:30

Libreria IncrocioQuarenghi - Bergamo

Letteratura russa | Ornella Discacciati legge Lev Tolstoj, "Anna Karenina"

 

16 maggio 2023, ore 14:30-16:00

ISIS Oscar Romero - Albino (BG)

Letteratura angloamericana | Anna De Biasio legge J.D. Salinger, "Il giovane Holden"

 

Progetto finanziato nell’ambito del bando di Ateneo per iniziative di Public Engagement 2023

 

Coordinatori
Prof. LUCA BANI, luca.bani@unibg.it
Prof. PAOLO BARCELLA, paolo.barcella@unibg.it
Dott.ssa CRISTINA CAPPELLETTI, cristina.cappelletti@unibg.it
Dott.ssa CHIARA MADDALENA MIGLIORI, chiara.migliori@unibg.it

Le donne di Ravensbrück: campo di concentramento e lavoro forzato femminile
unibg_belotti_donne.jpg

Nell'ambito della Rassegna di Ateneo dedicata al giorno della Memoria, organizzata in collaborazione con il Comune di Bergamo - Assessorato educazione alla Cittadinanza e alla Pace, che raccoglie cinque conferenze curate da specialisti dell'Università degli studi di Bergamo, il 27 gennaio 2023 (ore 12.00-14.00) il prof. Raul Calzoni terrà una lezione presso l'Istituto Superiore Bortolo Belotti (Bergamo), dedicata a "Le donne di Ravensbrück: campo di concentramento e lavoro forzato femminile".

Tema della lezione sarà una forma di persecuzione nazionalsocialista che ancora oggi sfugge, per lo più, a studi articolati sul mondo concentrazionario. In particolare, grazie a testimonianze dirette delle internate, la lezione si concentrerà sul campo femminile di Ravensbrück, in cui le donne, prevalentemente ebree e deportate politiche, furono anche costrette ai lavori forzati. 

Per maggiori informazioni sulla Rassegna "Il giorno della Memoria" clicca qui

Rubrica "I perché dell'italiano"
I perché dell'italiano

I perché dell'italiano è una rubrica bimestrale, curata dalla prof.ssa Roberta Grassi, docente di didattica delle lingue moderne dell'Università degli studi di Bergamo, e dal dott. Enrico Serena, della Technische Universität Dresdenche si rivolge in primo luogo ad insegnanti di italiano come lingua seconda, straniera o materna, ma che può essere interessante anche per studenti, curiosi e appassionati della nostra lingua. La rubrica, che contiene di volta in volta interventi di specialisti diversi, si propone di offrire chiarimenti scientificamente fondati su peculiarità dell’uso e delle strutture dell’italiano

Leggi la rubrica

Chi fosse interessato a proporre quesiti può scrivere a iperchedellitaliano@gmail.com  

Spazio e tempo della memoria. La rappresentazione della Shoah: con Raul Calzoni, Giancarlo Lacchin e Anna Lanzilao
Shalechet – Foglie cadute

18 novembre 2022, ore 16:30

Università degli studi di Milano, Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali, Aula K01, Via Noto 6, Milano

Relatori: proff. Raul Calzoni (Università degli studi di Bergamo); Giancarlo Lacchin (Università degli studi di Milano); Anna Lanzilao

 

L'evento è organizzato nell'ambito di BookCity Milano.

Il tema della rappresentabilità della Shoah è stato oggetto negli ultimi decenni di un denso e proficuo confronto fra filosofi, storici e artisti che ha trovato in figure come quella del pittore tedesco Gerhardt Richter una delle sue espressioni più significative e provocatorie. Interrogarsi ancora oggi su questo tema significa appropriarsi dei contorni di una memoria che ha ritrovato nel tempo i suoi spazi identitari: fra questi il Memoriale della Shoah di Milano, che, presentandosi come un vero e proprio laboratorio della memoria, permette al visitatore un incontro emozionale con gli spazi e i tempi nei quali essa è venuta a definirsi. L’evento si interroga sulle prospettive di questo dibattito, coinvolgendo in una prospettiva interdisciplinare estetica, letteratura e fotografia e cercando di ripercorrere le tappe di un percorso che riguarda le possibilità rappresentative della creatività artistica.

Per maggiori informazioni clicca qui

Italia e Ucraina, per comprendersi nell’emergenza: Corso di lingua italiana
Manualetto Ucraina

Dall'11 marzo 2022 al 03 giugno 2022

Quartiere S. Lucia, via S. Lucia, Bergamo

Referente: prof.ssa Maria Chiara Pesenti

L'attività ha inteso accogliere l'esigenza di alfabetizzazione di persone provenienti dall'Ucraina con conoscenza zero della lingua italiana. Il corso ha accolto via via gli esuli di nazionalità ucraina in arrivo, con una funzione di mediazione e insegnamento per favorire il loro inserimento sociale e lavorativo. 

Il corso ha previsto un'attività di circa due ore al giorno, da lunedì a venerdì, e ha coinvolto in modo attivo studentesse del corso di lingua russa che frequentano il corso di laurea triennale in Lingue Letterature straniere moderne e i corsi di laurea magistrale in Lingua Moderne per la Comunicazione e Cooperazione internazionale e Intercultural Studies in Languages and Literatures, sotto la guida della prof.ssa Giovanna Asperti, insegnante di lingua italiana nella scuola

Visita la pagina Terza Missione del Dipartimento di eccellenza per maggiori informazioni sul progetto Manualetto per l'accoglienza in lingua ucraina

Scarica il Manualetto per l'accoglienza in lingua ucraina

 

Italia e Ucraina, per comprendersi nell'emergenza: Storia, lingua e cultura dell'Ucraina nella Slavia Orientale
Manualetto Ucraina

Referente: prof.ssa Maria Chiara Pesenti

L'iniziativa ha previsto sette incontri, organizzati su richiesta di alcuni comuni della bergamasca, di scuole ed enti territoriali, dedicati alla storia e alla cultura slavo-orientale e alla lingua ucraina con l'obiettivo di preparare l’accoglienza degli esuli dall’Ucraina. L’iniziativa ha avuto lo scopo di facilitare la comprensione della situazione più recente e contingente, e di favorire una adeguata accoglienza dei ragazzi che hanno poi iniziato a frequentare le scuole di Bergamo e provincia o che sono stai ospitati nei comuni del territorio.

PROGRAMMA

18 marzo 2022, ore 10.00

Liceo Giovanni Falcone, Bergamo

18 marzo 2022, ore 14.30

Incontro dedicato ai dirigenti scolastici di Bergamo, tramite piattaforma Google Meet

23 marzo 2022, ore 20.30

Auditorium Modernissimo, Nembro (BG)

05 aprile 2022, ore 15.30

Quartiere Santa Lucia, Bergamo (5.4.2022)

06 aprile 2022, ore 16.30

Incontro dedicato ai dirigenti scolastici di Bergamo, tramite piattaforma Google Meet

15 giugno 2022, ore 20.30

Incontro dedicato a operatori e volontari della provincia di Bergamo (Ambiti territoriali dei Seriate e Val Cavallina), tramite piattaforma Google Meet

06 Luglio 2022, ore 21.00

Associazione Culturale Salvatore Quasimodo, Centro civico, Barzana (BG)

Visita la pagina Terza Missione del Dipartimento di eccellenza per maggiori informazioni sul progetto Manualetto per l'accoglienza in lingua ucraina

Scarica il Manualetto per l'accoglienza in lingua ucraina

L’Europa sta entrando nella post globalizzazione? Le sfide culturali e sociali che il conflitto in Ucraina pone al continente europeo e al suo futuro
CheFare_Europa post globalizzazione

Referente: prof. Paolo Barcella

Tra la fine di aprile e la fine di ottobre 2022, una serie di 9 contributi prodotti dalla collaborazione tra il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere dell'Università degli studi di Bergamo e l'associazione culturale non-profit CheFare, pubblicati sul sito web di CheFare e divulgati attraverso i canali social e la newsletter dell'associazione. La collaborazione ha come contenitore una pagina progetto che riporta, oltre agli elementi della collaborazione, anche il contesto, le finalità e tutti i contenuti prodotti. Il tema è quello dell'Europa di fronte alle sfide poste dalla guerra in Ucraina.

Visita la pagina progetto sul sito web dell'associazione CheFare e leggi i 9 contributi

Oltre la TikTok War: la lettura mediatica dell’invasione russa in Ucraina, di Alberta Giorgi

La Russia, la guerra in Ucraina e la necessità di un nuovo ordine mondiale, di Jacopo Perazzoli

L’Europa di fronte al rischio del “militarismo o del burocratismo nazionale”, di Federica Resta

L’invasione russa dell’Ucraina e la nuova Europa, di Simone Paoli

Borders. Viaggio al confine polacco-ucraino, di Alex Simonetti, Alberto Capra e Francesca Agostinelli

Pensare al plurale, pensare la pace: il compito dell’Europa, di Filippo Pizzolato

Costruire contesti di pace. Innovazione sociale, culturale e istituzionale contro la guerra, di Ezio Manzini

La guerra in Ucraina trenta anni dopo Sarajevo, di Linda Caglioni

La Russia perde la faccia, l’Europa perde la Russia. E le persone perdono ogni tutela, di Luca Gervasoni